Contributo ad una rilettura dello statto di necessità

Luigi Nonne

Resumo


Una rilettura dello stato di necessità nel diritto privato aspira a ricomporre il ruolo sistematico dell’istituto nella disciplina della responsabilità extracontrattuale, là dove è collocato l’art. 2045 c.c., oltre a verificarne l’ipotetico àmbito di applicazione in quella contrattuale.
Dalla relativa trattazione, cui saranno dedicate queste riflessioni, sarà esclusa la necessità come presupposto del rimedio rescissorio nel contratto concluso in stato di pericolo ai sensi dell’art. 1447 c.c., in relazione al quale è sufficiente constatare in questa sede che l’indennità prevista dalla norma come obbligo eventuale in capo a chi agisce per la rescissione, a differenza di quanto previsto dall’art. 2045 c.c., in cui la medesima mira a compensare il danneggiato incolpevole della lesione subita, è invece stabilita a favore di chi intendeva sfruttare a proprio vantaggio le circostanze nelle quali il contratto fu concluso, nei termini di un equo compenso per l’opera prestata.

Palavras-chave


Stato di necessità. Responsabilità extracontrattuale. Àmbito di applicazione

Texto completo:

PDF


DOI: http://dx.doi.org/10.5020/2317-2150.2017.7037

Métricas do artigo

Carregando Métricas ...

Metrics powered by PLOS ALM




Pensar: Rev. Pen., Fortaleza, CE, Brasil. e-ISSN: 2317-2150 Licença Creative Commons
Este trabalho foi licenciado com uma Licença Creative Commons - Atribuição-NãoComercial 3.0 Não Adaptada.

Desenvolvido por:

Logomarca da Lepidus Tecnologia